Autodichia parlamentare. La giustizia domestica delle Camere nello Stato costituzionale di diritto

Leonardo Brunetti

Risultato della ricerca: LibroBook

Abstract

[Ita:]La giustizia domestica delle Camere è esercizio di una giurisdizione speciale parlamentare: essa può essere prevista dai regolamenti delle Camere, compatibilmente con i limiti imposti dalla Costituzione e in ragione della funzionalizzazione e strumentalità della stessa alla tutela dell'indipendenza del Parlamento e della funzione legislativa. La funzione di verifica dei poteri e la giustizia domestica sui dipendenti parlamentari, seppur chiaramente distinte, hanno entrambe natura giurisdizionale. L'art. 66 Cost., che prevede la funzione di verifica dei poteri (o autodichia in senso lato) del Parlamento, è una norma di rottura costituzionale sia rispetto all'art. 102 sia rispetto all'art. 111 Cost.; l'art. 64 non permette ai regolamenti parlamentari, i quali possono, però, prevedere l'autodichia in senso stretto (o giurisdizione domestica speciale) sui dipendenti delle Cametre, di derogare l'art. 24 Cost., non fornendo tutela giurisdizionale alle loro posizioni soggettive.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Parliamentary self-declaration. Domestic justice of the Chambers in the constitutional state of law
Lingua originaleItalian
EditoreEDUCatt
Numero di pagine283
ISBN (stampa)9788893351058
Stato di pubblicazionePubblicato - 2016

Keywords

  • Art. 102 Cost.
  • Art. 64 Cost.
  • Artt. 24 e 113 Cost.
  • Autodichia
  • Autorottura
  • Deroga
  • Giurisdizione speciale
  • Giustizia domestica
  • Indipendenza e autonomia
  • Regolamenti parlamentari

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Autodichia parlamentare. La giustizia domestica delle Camere nello Stato costituzionale di diritto'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo