Attraverso gli spazi di una storia. Opere di Marie Michèle Poncet

Cecilia De Carli Sciume (Editor), DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE FACOLTA' (Editor)

Risultato della ricerca: LibroOther report

Abstract

[Ita:]l catalogo che raccoglie i testi di S.E. Card. A. Scola, C. De Carli e M.A. Crippa, attiene alla produzione scultorea di M. M. Poncet che si muove per raggruppamenti di opere in un susseguirsi di esperienze che danno forma a famiglie di immagini: la scala, la soglia, la finestra, la barca, legate all’idea di luogo, piuttosto che di viaggio e che mostrano sia la loro coesione interna, sia la loro capacità di svolgimento e di espansione. La ricerca di uno spazio primario attorno al quale si organizza la forma, vede spesso contrapporsi forze avverse. L’intuizione lucida di ciò che l’artista percepisce passa attraverso la scoperta della soluzione plastica cui si deve giungere per rendere visibile quella nuova realtà che si fa opera. Sulla strada tracciata dai grandi maestri della contemporaneità, da Picasso a Moore, da Chillida a Bancusi, la nozione di plastica e di spazio assume, nelle opere della Poncet la caratteristica classica di una costruzione che rivela fatti fondamentali della nostra esistenza, isolandoli come temi formali e articolandoli come forme artistiche attraverso materiali che hanno pesantezza e opacità, rotondità e tornitura, attributi che rimandano alla corporeità, che raccontano la condizione dell’artista come la nostra sottomessa alle regole dello spazio, del peso e del tempo, ma che dalle mani dell’artista riesce sempre a trovare quel punto di fuga che la porta in un orizzonte inimmaginabile.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Through the spaces of a story. Works of Marie Michèle Poncet
Lingua originaleItalian
EditoreRubbettino
Numero di pagine96
ISBN (stampa)88-498-1285-X
Stato di pubblicazionePubblicato - 2005

Keywords

  • Marie Michèle Poncet
  • arte contemporanea
  • contemporary art

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Attraverso gli spazi di una storia. Opere di Marie Michèle Poncet'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo