Asc., in Pis. 3 Clark: sulle cosiddette "colonie latine fittizie" transpadane

Stefano Barbati

Risultato della ricerca: Contributo in rivistaArticolo in rivistapeer review

Abstract

[Ita:]Il brano di Asconio in Pis. 3 Clark costituisce l’unica testimonianza sulla costituzione di colonie latine in Transpadana (ma da estendere in realtà anche ai principali nuclei urbani non ancora romanizzati della Cispadana), in forme differenti da quelle precedentemente istituite, e della concessione del ius Latii ai relativi abitanti, per opera di Pompeo Strabone intorno all’89 a.C. In che cosa consistessero queste differenze è discusso. Passate in rassegna le tesi dottrinali in merito, si indaga su quali fossero le modalità costitutive di questo nuovo tipo di colonie, se la concessione del ius Latii vada riferita unicamente agli abitanti di queste città o invece a tutti i Cisalpini - questione collegata al contenuto del ius Latii a partire dall’89 a.C. - e infine se i magistrati di queste colonie potessero accedere alla cittadinanza romana, e in che modo.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Asc., In Pis. 3 Clark: on the so-called "fictitious Latin colonies" of Transpadane
Lingua originaleItalian
pagine (da-a)1-44
Numero di pagine44
RivistaREVISTA GENERAL DE DERECHO ROMANO
Stato di pubblicazionePubblicato - 2012

Keywords

  • Colonie latine nell'Italia settentrionale fra l'89 e il 49/42-41 a.C.
  • Constitution of those colonies
  • Ius Latii
  • Ius adipiscendae civitatis per magistratum
  • Latin colonies between 89 and 49/42-41 b.C.
  • Statuto costituzionale di queste colonie

Fingerprint

Entra nei temi di ricerca di 'Asc., in Pis. 3 Clark: sulle cosiddette "colonie latine fittizie" transpadane'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo