Aprire la mente attraverso il corpo: gli effetti della postura sui processi creativi

Alessandro Antonietti, Valentina Rita Andolfi

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]INTRODUZIONE Nell’ambito dell’embodied cognition si ritiene che la mente non sia un sistema isolato bensì una realtà da indagare nelle sue relazioni col corpo e l’ambiente in cui l’organismo è situato. In questa prospettiva molte ricerche mostrano quanto l’esperienza corporea abbia un effetto sui processi cognitivi (Casasanto, 2011; Goldin-Meadow & Beilock, 2010; Thomas & Lleras, 2009). Soltanto recentemente la cognizione incarnata è stata indagata in relazione al pensiero creativo. Slepian e Ambady (2012) riportano che il movimento fluido del corpo favorisce la generazione creativa di idee e Leung et al. (2012) descrivono prestazioni migliori in prove creative a seguito di movimenti che suggeriscono metaforicamente il guardare le cose da più lati e l’uscire da schemi mentali rigidi. Il presente esperimento si propone di verificare se non soltanto l’esecuzione di atti corporei, ma anche la postura influisca sui processi creativi di pensiero. METODO Cinquanta studenti universitari hanno svolto due prove di creatività tratte dal Torrance Test of Creative Thinking (Torrance, 1974) in cui si chiedeva, rispettivamente, di immaginare le conseguenze di un fatto insolito e di ideare come migliorare un giocattolo. Le prove erano svolte assumendo o una postura aperta (seduto con braccia e gambe divaricate) o chiusa (seduto rannicchiato con braccia conserte). Le prove e le posture sono state bilanciate tra i soggetti. RISULTATI I punteggi di fluidità, flessibilità e originalità nelle prove di creatività sono risultati significativamente superiori nel gruppo con postura aperta rispetto a quello con postura chiusa (rispettivamente, F = 23,28; 8,02; 17,97). CONCLUSIONI I dati raccolti suggeriscono che la postura con cui si affronta un compito che richiede creatività influisce sulla prestazione. Come i movimenti svolti, anche la disposizione aperta del corpo induce il soggetto a lasciar vagare liberamente il proprio pensiero così da reperire idee molteplici e insolite.
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Opening the mind through the body: the effects of posture on creative processes
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteLibro degli Abstract XIX congresso nazionale psicologia sperimentale AIP
Pagine1-120
Numero di pagine120
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013
EventoCongresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sperimentale AIP - Roma
Durata: 16 set 201318 set 2013

Convegno

ConvegnoCongresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sperimentale AIP
CittàRoma
Periodo16/9/1318/9/13

Keywords

  • creatività
  • embodied cognition

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Aprire la mente attraverso il corpo: gli effetti della postura sui processi creativi'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo