Applicazione della State Space Grid alla procedura Still-Face a 4 mesi: reattività vagale infantile e dinamiche interattive diadiche

Rosario Montirosso, Livio Provenzi, Renato Borgatti

Risultato della ricerca: Contributo in libroContributo a convegno

Abstract

[Ita:]INTRODUZIONE Il funzionamento diadico madre-bambino può essere descritto come un processo di mutua regolazione caratterizzato da stati di coordinazione e non-coordinazione (Tronick 2007). Sebbene siano stati proposti diversi indici per descrivere il funzionamento diadico (ad esempio, l'indice di matching; Tronick e Cohn 1989), è stato suggerito che queste misure non colgano adeguatamente la natura micro- temporale e dinamica dell'interazione (Sravish et al 2013). Per superare queste limitazioni è stato proposto lo State Space Grid (SSG, Hollenstein et al 2012), un approccio grafico-quantitativo che dispone il comportamento dei partner lungo due assi ortogonali, dalla cui intersezione emerge una griglia che definisce gli stati diadici: il funzionamento diadico è rappresentato come una traiettoria di 'visite' ai diversi stati della griglia (Granic e Lamey 2002). Numerosi studi hanno indagato il funzionamento diadico tramite il paradigma Still-Face (SF; Tronick et al 1978), una procedura osservativa che permette di analizzare gli effetti di una perturbazione interattiva sulla processualità diadica. In particolare, la manipolazione della responsività materna (volto immobile) elicita nel bambino uno stress valutabile a livello comportamentale (effetto still-face - Mesman et al 2009) e a livello fisiologico (attività vagale misurata tramite l'aritmia seno-respiratoria, ASR - Moore e Calkins 2004). Sravish e colleghi (2013) hanno applicato l'SSG per indagare la relazione tra funzionamento diadico e risposta comportamentale allo SF materno, tuttavia rimane inesplorato come il funzionamento diadico, valutato attraverso le misure SSG, si associ alla reattività vagale del bambino. METODO 38 bambini di 4 mesi e le loro madri hanno partecipato alla procedura SF. Per ogni episodio (Play, Still-Face, Reunion) i comportamenti di entrambi sono stati codificati secondo per secondo tramite 4 codici mutualmente escludentesi: 1.coinvolgimento negativo (NEG), 2. interesse per oggetto/ambiente (OBJ), 3. monitoraggio sociale (MON), 4. coinvolgimento positivo (POS). L'attività elettrocardiografica del bambino era registrata durante lo SF e l'ASR era ottenuta tramite l'algoritmo di Porges (1985). Precedenti studi sullo SF hanno documentato differenze individuali nella reattività vagale associata alla non responsività materna, una soppressione del tono vagale è indicativa di una maggiore capacità di regolazione emozionale (Moore e Calkins 2004). In accordo con Bazhenova e colleghi (2001), i bambini erano suddivisi in due gruppi in base alla reattività vagale: 1. Soppressori (SOP; N=16), se mostravano un'attenuazione dell'ASR durante l'episodio Still-Face; 2. Non-soppressori (N-SOP; N=22), se non esibivano soppressione dell'ASR. Le madri non esibivano i comportamenti NEG e OBJ. Di conseguenza è stata adottata una matrice SSG: 2 (comportamento materno) x 4 (comportamento bambino), con 8 stati diadici. Per ciascuno stato diadico sono stati estrapolati i seguenti indici SSG: numero di visite e tempo di latenza alla prima visita. Per ogni stato e indice SSG sono state condotte due separate serie di analisi. 1. Per esaminare gli effetti dello SF sul funzionamento diadico alla ripresa dell'interazione è stato condotto un confronto tra Play e Reunion (t-test appaiati); 2. Per verificare il ruolo delle differenze individuali nella reattività vagale alla non responsività materna sul funzionamento diadico è stato effettuato un confronto tra diadi SOP e N-SOP (t-test indipendenti). RISULTATI Tra Play e Reunion emergeva un incremento del numero di visite in stato 'bambino NEG-madre MON' (t = -2,66, p
Titolo tradotto del contributo[Autom. eng. transl.] Application of the State Space Grid to the 4-month Still-Face procedure: infantile vagal reactivity and interactive dyadic dynamics
Lingua originaleItalian
Titolo della pubblicazione ospiteXXVI CONGRESSO AIP SEZIONE DI PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL'EDUCAZIONE
Pagine95-96
Numero di pagine2
Stato di pubblicazionePubblicato - 2013
EventoXXVI Congresso AIP - Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione - Milano
Durata: 19 set 201321 set 2013

Convegno

ConvegnoXXVI Congresso AIP - Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione
CittàMilano
Periodo19/9/1321/9/13

Keywords

  • Interazione madre-bambino
  • Metodologia
  • Psicobiologia
  • Still-Face

Fingerprint Entra nei temi di ricerca di 'Applicazione della State Space Grid alla procedura Still-Face a 4 mesi: reattività vagale infantile e dinamiche interattive diadiche'. Insieme formano una fingerprint unica.

Cita questo